Soffri di sintomi vaghi ed aspecifici?


Soffri di sintomi vaghi ed aspecifici?

L’insieme dei sintomi vaghi ed aspecifici (definiti anche MUS, medically unexplained symptoms, letteralmente sintomi medici inspiegabili) è piuttosto ampio.

Prova a fare mente locale leggendo l’elenco sottostante e cerca di individuare tutti i fastidi più ricorrenti nel tuo caso:

1. Dolori articolari e/o muscolari;

2. Stanchezza cronica;

3. Vertigini;

4. Sonnolenza durante la giornata

5. Alterazione dell’appetito ( fame eccessiva o mancanza di appetito)

6. Disturbi del sonno e forte sudorazione nelle ore notturne;

7. Problematiche dell’apparato gastrointestinale: inappetenza, nausea, diarrea, stipsi, sindrome da colon irritabile, cattiva digestione;

8. Sbalzi d’umore, difficoltà di concentrazione, perdita di memoria a breve termine, ansia, attacchi di panico, depressione;

9. Aritmia o tachicardia;

10. Perdita di peso ingiustificata.

11. Ecc


Questi sintomi restano spesso non spiegati, non vengono cioè ricondotti ad una precisa causa, patologia o disturbo. La difficoltà di diagnosi di tali disturbi, presenti singolarmente o talora più d’uno contemporaneamente, deriva sia dalla frequente difficoltà, da parte del paziente stesso, di descrivere con chiarezza e/o riconoscere questi sintomi, sia per l’assenza di riscontri organici evidenziabili dai normali esami di routine. Nella realtà, l’insorgenza di sintomi vaghi e aspecifici è sempre più frequente.

Che cosa provoca i sintomi vaghi ed aspecifici?

La comparsa di questi sintomi è riconducibile ad un alterazione persistente del cosiddetto asse HPA (ipotalamo – ipofisi – surrene) che modula nel nostro organismo la capacità di adattamento allo stress procurato da eventi di tipo fisico (infezioni varie dell'organismo, sforzo muscolare eccessivo ecc), psicologico, sociale. Il protrarsi nel tempo dell’alterazione dell’asse HPA porta a un esaurimento progressivo delle risorse psicofisiche dell'individuo con l’instaurarsi di processi di infiammazione cronica.


Come intervenire?

Con interviste o questionari ben formulati, affiancati da misurazione oggettive

di parametri espressivi dello stato di salute del paziente, effettuate con strumenti precisi, quali BIA-ACC – Analisi Clinica Avanzata della Composizione Corporea e PPG Stress Flow - Analisi, monitoraggio e biofeedback del sistema nervoso autonomo e della variabilità della frequenza cardiaca). Successivamente con piani nutrizionali personalizzati abbinati al recupero di uno stile di vita in sintonia con i ritmi neuro-immuno- metabolici dell’organismo.

L’intervento sullo stile di vita si è dimostrato efficace poiché il fattore comune dei sintomi vaghi e aspecifici è l’alterazione della secrezione cicardiana (il normale ritmo di secrezione nel corso della giornata) dell’ormone cortisolo, che dovrebbe essere massimo nelle prime ore del mattino per poi calare gradualmente durante il corso della giornata fino al suo minimo nelle ore notturne.

Fattori comuni ai sintomi vaghi ed aspecifici sono le alterazioni degli elettroliti intra- ed extracellulari che portano a disidratazione e col tempo a riduzione dei sistemi tampone fosfato e bicarbonato, con seguente ridotto turnover osseo, alterazione dei potenziali di membrana cellulare e mal funzionamento delle cellule muscolari e nervose (stanchezza cronica, crampi, alvo alterno, aritmie-tachicardia, stati ansiosi, panico).


Non sottovalutare i segnali che il tuo corpo ti sta inviando.

Il percorso di recupero del tuo stato di benessere richiede impegno ma i risultati che potrai ottenere renderanno minimi i sacrifici.



Post in evidenza
I post stanno per arrivare
Restate sintonizzati...
Post recenti
Archivio
Cerca per tag
Non ci sono ancora tag.
Seguici
  • Facebook Basic Square
  • Twitter Basic Square
  • Google+ Basic Square
  • Facebook Social Icon