Test nutrigenetici

Permettono di identificare gli alimenti più affini alle nostre predisposizioni genetiche.
Sono uno strumento innovativo in grado di fornire informazioni che permettono di
modulare l’alimentazione in modo personalizzato.
I test genetici non hanno controindicazioni, i risultati restano costanti per cui non è necessario ripeterli nel corso della vita, non sono influenzati né dalle abitudini né da farmaci assunti.


INTOLLERANZE/SENSIBILITA'
 I test sono dedicati a chi soffre di disturbi ricorrenti o persistenti di cui non si individua una causa: gonfiori, capogiri, cefalea, stanchezza cronica, dermatiti o improvvisi cambiamenti di peso,
ma anche astenia, insonnia, forme lievi di depressione.

Screnning genetici  disponibili:
    •    Predisposizione alla celiachia (DQ B102/DQ2.2/DQA105/DQ8
    •    Intolleranza al lattosio ( LCT (13910C/T)
    •    Intolleranza al fruttosio (ALDOB)
    •    Sensibilità alla caffeina (CYP1A2)
    •    Sensibilità al nichel (CYP1A2/TNFalfa)
    •    Sensibilità ai solfiti (SUOX/CBS)


PANNELLO GENETICO SALUTE E BENESSERE
Vengono effettuati una serie di test genetici mirati a individuare i polimorfismi
che predispongono a  varie patologie:
cardiovascolari, ipertensione,  ipercolesterolomia, ipertrigliceridemia,
obesità e sovrappeso, diabete, osteoporosi.
I test sono fondamentali a scopo preventivo. Con una adeguata alimentazione è infatti possibile tenere sotto controllo tutte le condizioni sopra elencate.

Screening genetici eseguiti:
    •    Metabolismo acido folico/cardioprotezione (MTHFR)
    •    Metabolismo dei lipidi/Ipertrigliceridemia ( APOC3)
    •    Predisposizioone all'obesità (FTO)
    •    Funzionalità del recettore della Vitamina D ( VDR)
    •    Metabolismo degli zuccheri (PPARG   TCF7L2  IRS1)
    •    
    •    

PANNELLO GENETICO INVECCHIAMENTO CUTANEO
Il test nasce dall'evidenza scientifica che indagando specifiche sequenze del nostro DNA
ed applicando le opportune strategie per contrastare l'espressione di determinati polimorfismi,
si riesce a minimizzare gli effetti del tempo che passa nel lungo periodo.
La genetica ci permette di capire se avremo un invecchiamento più o meno precoce della pelle, se siamo più o meno sottoposti all'azione nociva del sole ed altre problematiche correlate all'età.

Screening genetici eseguiti:
    •    Elasticità cutanea (COL1/MMP1)
    •    Stato di idratazione cutanea (AQP3)
    •    Cheratinizzazione (FLG)
    •    Stress ossidativo (SOD3)
    •    Sensibilità cutanea al sole (MC1R)
    •    Stato infiammatorio (IL6/TNFalfa)
    •    Citoprotezione 3 polimorfismi VDR)
    •    Vascolarizzazione (MTHFR)
    •    Adiposità localizzata (TFAP28)



PANNELLO GENETICO  GERIATRICO
La conoscenza del DNA può fornire indicazioni indispensabili per accompagnare l'anziano verso un invecchiamento fisiologico in condizioni di benessere, attraverso la scelta degli alimenti più adatti alla genetica individuale. Vengono effettuati una serie di test genetici mirati a individuare i polimorfismi che predispongono a  varie patologie: sindrome metabolica, osteoporosi, Alzheimer, dislipidemie, sindrome depressive della terza età, artrite reumatoide,  demenza senile, degenerazione della macula.

Screening genetici eseguiti:
    •    predisposizione a sindrome depressiva  (MTHFR)
    •    funzionalità del recettore vit D ( 4 polimorfismi VDR)
    •    stato infiammatorio generalizzato ( IL6/ TNF alfa)
    •    alterata risposta verso  stress ossidativo  ( SOD3)
    •    predisposizione ad artrite reumatoide, ipertensione ( ZC3H1)
    •    fattore di rischio per insorgenza di Alzheimer, declino cognitivo, degenerazione della macula ( TOMM40)



PANNELLO GENETICO SPORT
Ogni sportivo sa che le sue prestazioni sono influenzate da una dieta ben bilanciata in grado di offrire le risorse necessarie allo sforzo fisico durante una performance.
Lo studio del profilo genetico può essere utile  ad aumentare il livello di performance e a ridurre gli infortuni in relazione all’adozione del più adatto stile alimentare.

Screening genetici eseguiti:
    •    Forza muscolare /Resistenza ( ACTN3)
    •    Affaticamento muscolare/Rimozione acido lattico (MCT1)
    •    Stato infiammatorio generalizzato  (IL6/TNFalfa )
    •    Stress ossidativo (SOD3)
    •    Riparazione del tessuto muscolare/Recupero (MTHFR)
    •    Tempi di recupero/Fratture e lesioni spontanee (4 polimorfismi VDR)
    •    Rischio di tendinopatie/Lesioni spontanee (CL1A1, COL5A1)
  • Facebook Social Icon